Avete Il gabbiano Jonathan Listerine? di Stefano Amato

TITOLO: Avete Il gabbiano Jonathan Listerine?
AUTORE: Stefano Amato
EDITORE: Editrice Bibliografica (I libri di Wuz)
ANNO: 2013
avete-il-gabbiano-jonathan-listerine-di-stefano-amatoTRAMA: Cerco un libro di cui non conosco né titolo né autore”: grazie al cielo esiste il libraio, figura mitologica che tutto sa e tutto ricorda! Legge tutte le recensioni pubblicate, ricorda ogni copertina fin nei minimi dettagli, può elencare in ordine cronologico (o alfabetico, su richiesta) l’intera produzione di Andrea Camilleri. O perlomeno questo è quanto si aspettano i visitatori di una libreria di provincia ‒ che potrebbe essere qualunque libreria italiana – incontrati dall’Apprendista Libraio. Una galleria esilarante di personaggi che raccoglie, in ordine sparso: il cliente con cane (“è buonissimo”) sbrana-tascabili, madri alla ricerca di un libro per un ragazzo di cui non conoscono i gusti (“ehm, è mio figlio”), o la signora “Scusi-c’è-un-errore” (“Mi hanno regalato il nuovo della Rowling, ma siccome non c’è Harry Potter vorrei cambiarlo”). Gaffe o strafalcioni non risparmiano nessuno, classici o bestseller che siano: tutti finiscono ugualmente tritati dalla cattiva memoria di clienti sbadati, magari alla disperata ricerca di “libri popcorn” (pop-up) per bambini. Arricchito da contenuti non ancora pubblicati online e qui raccolti per la prima volta, il libro nasce dal celebre blog dell’Apprendista Libraio, ormai diventato dalla sua nascita un piccolo punto di riferimento per tutti coloro che amano i libri (anche se, ogni tanto, neanche loro si ricordano né autore né titolo!). Inizio modulo
RECENSIONE: Questo libro raccoglie i momenti migliori del blog dell’autore, libraio di periferia, a cui apparentemente capitano i clienti più strambi in circolazione. Queste situazioni assurde, surreali, vengono raccontate sotto forma di brevi dialoghi, risultando in una lettura piacevole e che termina fin troppo presto.
Sono presenti anche delle parti inedite scritte appositamente per la realizzazione del volume, che diventa così imperdibile per i suoi lettori abituali ma che non preclude a chi già non lo conosce di goderne. Lettura spassosissima, si ride molto, anche se c’è da piangere di fronte a tanta ignoranza!Voto: 4/5
Precedente Galveston di Nic Pizzolato Successivo La giostra del piacere di Eric-Emmanuel Schmitt