Ho paura torero di Pedro Lemebel

TITOLO: Ho paura torero

AUTORE: Pedro Lemebel

 EDITORE: Marcos y Marcos

ANNO: 2011

GENERE: Narrativa/letteratura

31MaABZBlXL

TRAMA: Lei è la Fata dell’angolo, travestito passionale e canterino, sartina delle signore dei quartieri alti, anima d’artista. Carlos è un militante del Fronte patriottico Manuel Rodríguez, a caccia di un nascondiglio sicuro per le sue riunioni clandestine. Per amore, la Fata offre al ragazzo la propria soffitta. Per amore, accetta le mezze verità di Carlos, gli incarichi rischiosi necessari per la Causa: le basta stargli accanto. Assillato da una moglie logorroica, tormentato da incubi d’infanzia e paure di morte, Pinochet va e viene dal proprio “retiro” del Cajón del Maipo, residenza estiva che domina Santiago dall’alto. La sua bacchetta sempre più stanca di direttore d’orchestra si agita al di là dei vetri blindatissimi dell’auto, picchietta l’oblò dell’aereo presidenziale che a malapena lasciano atterrare in altri Paesi. Finché un giorno, lungo la strada rovente che scende verso la capitale, la Sua pista si incrocia drammaticamente con quella di Carlos. Finché un giorno, dopo l’imboscata a Pinochet, Carlos e la Fata si trovano ancora una volta di fronte. In tutt’altro scenario, tutt’altro attentato.

GIUDIZIO: Un amore che non conosce la diversità, capace di abbattere barriere, costumi, pregiudizi e ipocrisie. Un viaggio intenso e profondo in un Cile degli anni Ottanta, dove un dittatore stanco e la sua moglie petulante tentano con feroce e ottusa repressione di mantenere su il loro impero di sabbia, contro il crescente isolamento internazionale e le proteste interne sempre più aggressive. Sono tanti i libri che parlano della dittatura del Cile, questo riesce a distinguersi dagli altri per il suo linguaggio gioioso e ironico in modo bilanciato, ed è forse per questo che arriva dritto al cuore.

Precedente "Orgoglio e pregiudizio e zombie" di Seth Grahame-Smith Successivo I sette pazzi di Roberto Arlt