Orgoglio e pregiudizio e zombie di Seth Grahame-Smith

TITOLO: Orgoglio e pregiudizio e zombie
AUTORE: Seth Grahame-Smith
EDITORE: Nord
ANNO: 2009
GENERE: Horror
12190843_194954014172550_3676086902963738357_n
TRAMA: È cosa nota e universalmente riconosciuta che uno zombie in possesso di un cervello debba essere in cerca di altro cervello. Così inizia “Orgoglio e pregiudizio e zombie”, versione fedelmente aggiornata del celeberrimo (e amatissimo) capolavoro di Jane Austen, grazie a numerose scene “inedite” in cui, a farla da protagonisti, sono appunto gli zombie. Pubblicato da una piccola casa editrice americana, questo romanzo ha suscitato l’entusiasmo sia dei neofiti sia dei più fanatici ammiratori della Austen, scalando in breve tempo tutte le classifiche di vendita e imponendosi come il fenomeno editoriale dell’anno. E il motivo di un successo tanto clamoroso è semplice: al fascino di una storia d’amore senza tempo, si aggiunge il divertimento di una lotta senza esclusione di colpi contro l’orribile flagello che si è abbattuto sull’Inghilterra, arrivando fino al tranquillo villaggio di Meryton, dove l’indomita Elizabeth Bennet, insieme con le sue sorelle, è impegnata a contrastare orde di famelici morti viventi. Un ruolo che le calza a pennello, almeno finché non arriva il bello e scontroso Mr Darcy a distrarla…
GIUDIZIO DELLA COMPAGNIA: L’idea di unire le vicende degli zombi  ad una storia senza tempo è geniale. L’autore, però, non è riuscito  ad adattare l’originale “Orgoglio e pregiudizio” di Jane Austen ad una storia di zombie. Grahame-Smith ha usato poca inventiva. Molto accattivante l’inizio poi si perde con il procedere del racconto, ove troviamo dei tratti in cui le scene horror sono inserite in malo mado nel contesto. Se i personaggi hanno uno spessore dato dalla Austen, in questa nuova rilettura questo spessore non ha più senso.
Precedente "Le vite impossibili di Greta Wells" di Andrew Sean Greer Successivo "Orgoglio e pregiudizio e zombie" di Seth Grahame-Smith