Robinson Crusoe di Daniel Defoe

LA NOSTRA OPINIONE

TITOLO: Robinson Crusoe

AUTORE: Daniel Defoe

ANNO: 1719

robinson-crusoe

 

TRAMA: Robinson Crusoe è figlio di un mercante di Brema (il cui nome originale è Kreutznaer) emigrato in Inghilterra. Nato nel 1632 nella città portuale di York, il padre lo educa severamente alla nuova condizione di rappresentante cadetto della classe media e vuole che in futuro diventi un avvocato; il giovane però, da sempre fortemente appassionato alla vita di mare, decide appena compiuti diciannove anni di andar contro le direttive paterne, fermamente contrarie ai suoi ‘istinti di viaggio’, e quindi d’imbarcarsi. Durante un viaggio in direzione della Guinea la nave su cui viaggia affonda al largo del Venezuela a causa di una terribile tempesta caraibica, finendo per arenarsi su un’isola sconosciuta presso la foce del fiume Orinoco. Robinson, unico sopravvissuto di tutto l’equipaggio, riesce a salvare dei moschetti e diversi pezzi di utili attrezzature dal relitto prima che questo venga completamente distrutto dai forti venti, dalle onde e disperso dalla corrente, trasportandoli con delle zattere che si costruisce di volta in volta, apprestandosi così ad iniziare la propria permanenza sull’isola deserta.

LA NOSTRA OPINIONE: Almeno una volta nella vita ciascuno di noi si è immaginato naufrago in un’isola deserta; Defoe riprende questa tematica e la propone in una veste adatta a tutte le età. Robinson Crusoe è un classico intramontabile che coinvolge dall’inizio alla fine lasciando il lettore costantemente con il fiato sospeso.

Precedente I segreti della casa sul lago di Kate Morton Successivo L'ora di pietra di Margherita Oggero